STO ALLA PORTA E BUSSO 2018

Il Vangelo di Marco


 Vicariato di Budrio: “ Sto alla porta e busso” VI° ediz.                                             IIS “ Giordano Bruno”

 

“ Premio Cercare, Avere Paura, Scegliere”

 

BANDO  CONCORSO

 

 

ART. 1 – Il Vicariato di Budrio, all’interno dell’evento “ Sto alla porta e busso VI° edizione, e l’IIS “Giordano Bruno” bandiscono il“PremioCercare, Avere paura, Scegliere”. Il premio si articolerà in tre sezioni : narrativa- video/fotografia - musicaesarà rivolto ad autrici/autori di untesto narrativo, di una produzione visiva o di un brano musicale, originali di propria produzione.

 

ART. 2 “ Cercare, avere paura, scegliere” . Il giudizio della giuria è inappellabile e la partecipazione al concorso implica la totale accettazione del regolamento.

 

Art. 3 La commissione giudicatrice sarà formata daun Presidente e due membri esperti per ogni sezione, rigorosamente esterni alla Scuola.

 

Art. 4 - La valutazione dei lavori presentati sarà insindacabilmente espressadalla commissione giudicatrice, la quale provvederà ad allegare al verbale della seduta la motivazione delle proprie scelte. Alla commissione è altresì riservata la facoltà di non assegnare il premio nel caso i lavori presentati non risultino meritevoli.

 

ART. 5- Il Primo premio di ogni sezione, da usufruire nell’arco di 3 anni, consiste in un viaggio estivo di conoscenza e di condivisione in Tanzania con organizzazioni esperte ed affidabili. Ai secondi e terzi qualificati verrà assegnato rispettivamente un buono acquisto di 50 € da spendere c/o Libreria “ Camera dei segreti” di Budrio e un buono per consumazioni fino a 30 € da spendere c/o Mad’S caffè di Via Zenzalino sud di Budrio.

 

ART. 6 – La partecipazione al concorso ègratuita e aperta a tutti gli studenti dell’ IIS “ Giordano Bruno”. E’ possibile concorrere per uno o più ambiti. Il premio non è cumulabile, non è cedibile e, in caso di rifiuto, sarà la giuria a riassegnarlo.

 

ART 7 – I partecipanti dovranno far pervenire i loro lavorientro le ore 14,00 del 31 gennaio 2019insiemealla scheda di partecipazione allegata, compilata in ogni sua parte nelle modalità previste dall’art. 9 e inviate via mail a o consegnate al responsabile di ogni plesso scolastico. Nell’oggetto della mail o della busta dovrà essere indicata l’Area di partecipazione ( narrativa o produzione video/fotografica o musicale)e se il concorrente parteciperà a più aree manderà mail specifica per ogni area o presenterà una busta per ogni area di partecipazione.

ART. 8 – La premiazione avverrànel corsodi un grande evento finale,che si terrà in teatro, o in altro spaziodebitamente individuato , alla presenza degli studenti ed eventualmente della cittadinanza, entro il mese di marzo 2019.

 

ART. 9 – I testi inviati dovranno avere un titolo e sottostare alle seguenti clausole:

 

  1. per la narrativa : l’elaborato  non potrà essere inferiore ad una cartella standard (2.000 battute, spazi esclusi) e non dovrà superare le sei cartelle.
  2. per la produzione visiva: il candidato deve scegliere se proporre un video o una foto .

b1)   Il video potrà essere lungo da un minimo di 30 secondi ad un massimo di 3 minuti. Il formato di consegna potrà essere in  .MOV o .MP4 o .AVI e inviata o  via mail attraverso WETRANSFER con comunicazione di invio e  tempistica di 7 giorni o c/o la scuola in una chiavetta.

b2) Le immagini, una per ogni parola “ Cercare, avere paura, scegliere) dovranno essere inviate in formato JPEG (.jpg) via mail attraverso WETRANSFER con comunicazione di invio e tempistica di 7 giorni o consegnate in una chiavetta. Sono ammesse anche immagini in bianco e nero. Il peso massimo consentito per ciascuna immagine è di 1 MB. Sono ammesse sia immagini scansionate scattate su pellicola (negativa o diapositiva), sia realizzate direttamente con apparecchi digitali.

 

  1. Per la produzione musicale: il candidato potrà scegliere se presentare un brano con testo o un brano prettamente musicale, di qualsiasi genere musicale e con qualsiasi strumento. La consegna dovrà avvenire tramite registrazione formato .MP3 e per mail o c/o la scuola in una chiavetta.  Per chi decide brano con testo obbligatorio allegare il testo, mentre facoltativa la partitura.

 

  1. Il materiale inviato per la partecipazione al concorso non verrà restituito.

 

 

  Il presente bando è consultabile e scaricabile sul sito dell’IIS “ Giordano Bruno”

www.iisgbruno.gov.it

 e sul sito

https://stoallaportaebusso.beepworld.it

Chiarimenti ed informazioni potranno essere richiesti all’indirizzo mail stoallaporta.budrio@gmail.com

 

 

 

Il Vicario e referente per “ Sto alla Porta e busso” Don Marcello Galletti

Il Dirigente Scolastico  IIS “Giordano Bruno” Prof. Teresa Pintori

 

Budrio ottobre 2018

allegatobando.docx [15 Kb]
Download
Esempio di testo

qualche flash sull'evangelista Marco....


Chi è Marco

cugino di Barnaba, figlio di Maria di Gerusalemme ( Atti), che aveva una casa grande nella
quale si riunivano i cristiani. (Pietro venne accolto dopo l’arresto). Grande evangelizzatore, segue Paolo
nei suoi primi viaggi, ma successivamente per alcuni diverbi a noi ignoti, si separano e va a Roma e si
mette al servizio di Pietro. Con paolo ci sarà una riappacificazione e una successiva collaborazione. Non
ha conosciuto il Signore se non di sfuggita al momento dell’arresto ( il ragazzo con il lenzuolo e forse il
ragazzo con la brocca che incontrano gli apostoli per la preparazione dell’ultima cena).
Scrive il I° vangelo a Roma, circa 40 anni dopo la morte di Gesù e lo scrive per i romani, per i pagani, lo
scrive in greco, ma non il greco forbito, ma quello del popolino .
Stile del Vangelo :


 narrativo, è una storia ( non è come si pensava fino a non molto tempo fa una sintesi del vangelo di
Matteo, né un assemblaggio delle predicazioni di Pietro), con tecniche narrative in uso al tempo,
seguendo i canoni narrativi della scuola di retorica. Un professionista . Prologo ( battesimo di Giovanni);
uno sviluppo narrativo ( dossier Gesù, primi 6 cap. che suscitano la domanda : chi è Gesù? Da dove viene
la sua autorità?);cerniera di unione ( la morte del Battista);una argomentazione ( cap. 6-10, il progressivo
svelamento della identità di Gesù che culmina con la Trasfigurazione e la sequela del discepolo); la
soluzione della narrazione (cap.11-15,l’ultima settimana di vita di Gesù); l’epilogo ( cap.16, l’annuncio
della resurrezione con l’angelo e la paura delle donne).


Caratteristiche:


 è il vangelo più corto ( 660 versetti contro gli oltre 1000 degli altri evangelisti). Mancano : il discorso
della montagna, il padre nostro, la Madonna, le apparizioni dopo la resurrezione. Non perché non le
conoscesse, ma per una sua scelta. Un vangelo di azione, ( locuzione “subito” usata esageratamente),
molti fatti e poche parole, quindi un racconto con un ritmo molto veloce e serrato, punta sul corpo e non
sulla parola e su questo è molto moderno.
 Presenta Gesù come un super-eroe ellenico , misterioso pieno di suspance ( chi è?, dove vive? Un eroe
che si nasconde in luoghi deserti) Ha 2 antagonisti : uno ultraterreno ,Satana e uno terreno ,i giudei, Ha
autorità ( la tempesta, i demoni, )e sapienza. Le sue sono azioni di massa. UN GANZO .(Tutti elementi
che piacciono ai romani). Dopo questo prologo Marco si concentra sullo svelamento di Gesù e lo fa con i
discepoli che non capiscono ( in parallelo ai romani che faranno fatica a capire questo Uomo-Dio che
rivela la sua gloria nella croce).La domanda della seconda parte è Chi è il discepolo?
 Testo iniziatico, letto d’un fiato ( 2 ore) nella notte di Pasqua, come era nella tradizione ebraica. Poi
Battesimo dei catecumeni e celebrazione dell’Eucarestia.


Sei il visitatore Nr.

Homepage gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!